Migliori colori per aredare casa

Abbinamento colori arredo della casa: come scegliere quelli giusti

L’abbinamento dei colori è una delle questioni più delicate quando si sceglie l’arredamento di casa. Le tonalità dovranno vivere in sintonia tra di loro e non parliamo solo di arredi: anche le pareti, i pavimenti e gli accessori devono essere combinate armoniosamente per ottenere un effetto generale piacevole e omogeneo, che rispecchi la personalità, le abitudini e le esigenze di chi vive in casa. Ci sono colori rilassanti e colori dinamici, ogni tonalità ha un suo significato e trasmette determinate sensazioni. In questo articolo scopriremo come realizzare l’abbinamento di colori perfetto per ogni casa: consigli, idee e ispirazioni per non sbagliare!

Abbinamento colori arredo della casa: come scegliere quelli giusti

La regola dei tre colori

Per prima cosa, è importante scegliere i tre colori che saranno i protagonisti del vostro arredamento e che, ovviamente, dovranno abbinarsi bene l’uno con l’altro.

  • Il colore principale sarà quello che rappresenterà all’incirca il 60% della tonalità utilizzata nella progettazione e include generalmente il colore della parete e di alcuni dei mobili principali. Generalmente si sceglie un colore neutro come il bianco o il grigio.
  • Il colore secondario andrà a rappresentare circa il 30% della tonalità della stanza e dovrà essere a contrasto con il colore principale: questo significa andare a creare profondità, interesse, vivacità nell’arredamento.
  • Quello che viene definito dagli interior designer come colore d’accento, sarà il 10% del totale e ha lo scopo di dare un ulteriore contrasto alla combinazione di colori: generalmente si utilizza per i dettagli, i tessili, i complementi o le decorazioni da parete, per attirare l’attenzione.

Il significato dei colori

Un aspetto fondamentale quando si scelgono i colori con cui arredare casa riguarda il significato e la psicologia delle diverse tonalità. Ogni colore ha infatti un significato ben preciso, trasmette sensazioni diverse e ha un effetto sulla psiche e sull’umore che deve essere tenuto in considerazione: la cromoterapia studia proprio questi effetti ed è importante conoscerli prima di decidere come e dove utilizzare una determinata tonalità.

Nella zona notte, per esempio, è importante scegliere colori che aiutino a rilassarsi, che favoriscano il riposo e il relax, ad esempio il blu, l’azzurro oppure il rosa pastello, e abbinarci complementi neutri come il bianco e il grigio. In cucina invece si possono osare colori più vivaci, ad esempio l’arancione, che stimola l’appetito e la creatività. Allo stesso modo, nella zona giorno si può scegliere il verde, che è rilassante ma allo stesso tempo rinvigorente, da combinare con una tinta neutra come il bianco oppure il beige. Infine, nell’ingresso dovremo scegliere un colore che accoglie con calore ed entusiasmo: perfetto il rosso bordeaux oppure il blu petrolio, da abbinare ad un colore principale strong come il nero o in grigio scuro.

Quali sono i colori da abbinare per arredare casa

L’importanza dello spazio

Infine, si dovranno valutare anche aspetti che non hanno a che fare con lo stile ma con le caratteristiche della stanza. Per esempio, in un ambiente molto piccolo meglio optare per una combinazione di colori chiari come bianco, azzurro, verde o giallo pastello, che ampliano e regalano luminosità. Se la stanza è lunga e stretta, invece, si può dipingere la parete di fondo con una tonalità vivace in modo da dare profondità e riprendere con lo stesso colore alcuni dettagli dell’arredamento. E se il soffitto è particolarmente basso? Un trucco per dare l’impressione di altezza e di ampiezza è dipingerlo con una tinta delicata e scegliere invece per le pareti e i mobili una sfumatura più scura dello stesso colore.

Questi sono solo alcuni consigli. Se siete in cerca di una progettazione professionale che tenga conto di tutte queste variabili nella scelta degli abbinamenti di colore, venite a trovarci!

Tutti gli articoli